Principale

Verruche

Herpes zoster: sintomi e trattamento, foto

L'herpes zoster (un altro nome per la malattia è l'herpes zoster) è una malattia di tipo virale caratterizzata da eruzioni cutanee unilaterali dolorose e un generale deterioramento delle condizioni del corpo.

L'agente eziologico è il virus varicella zoster. La malattia si sviluppa in coloro che avevano precedentemente la varicella durante l'infanzia o l'adolescenza.

In questo articolo, vedremo come l'herpes zoster appare in un adulto, i suoi sintomi e metodi di trattamento.

cause di

Puoi essere infettato da un virus durante l'infanzia, da un paziente con lichene o varicella. L'herpes zoster nei bambini procede come una varicella comune. Dopo il completo recupero, il virus entra nelle cellule nervose ed è in uno stato dormiente. Durante il periodo di incubazione, le persone intorno non sono contagiose.

L'herpes zoster si manifesta con una diminuzione dell'immunità. La debolezza, che è un fattore scatenante di una malattia, è spesso causata da:

  • effetti negativi sul corpo di altre malattie;
  • assumere farmaci che indeboliscono il sistema immunitario;
  • stress emotivo e stress successivi;
  • duro lavoro permanente;
  • eseguire operazioni complesse che riducono significativamente la difesa immunitaria del corpo.

Il gruppo di rischio include:

  1. Infetti da HIV, pazienti affetti da AIDS;
  2. Persone con cancro o sottoposti a radioterapia e chemioterapia;
  3. Chi soffre di diabete;
  4. Persone che assumono ormoni;
  5. Le persone che hanno trasferito i trapianti di organi;
  6. La presenza di malattie croniche: tubercolosi, insufficienza cardiaca, cirrosi, epatite cronica o insufficienza renale.

Il virus esce dal letargo e lungo i processi delle cellule nervose arriva sulla superficie della pelle causando sintomi spiacevoli. Inoltre, la causa dell'herpes zoster può essere l'età della persona anziana, dal momento che sono gli anziani che più spesso soffrono di questa malattia.

Le infezioni da herpes zoster sono?

Le persone che hanno già avuto la varicella non possono essere infettate da un paziente affetto da herpes zoster. Per tutti gli altri, specialmente per i bambini che non hanno la varicella, c'è il rischio di infezione.

Come viene trasmesso il virus dell'herpes? L'infezione avviene per contatto, come nella normale varicella. Va notato che la persona infetta non si ammala di herpes zoster, ma con una tipica varicella con tutte le manifestazioni inerenti a questa patologia.

Sintomi di Herpes Zoster

Il periodo di incubazione per una persona può essere di diversi decenni. Tutto dipende esattamente da quando il corpo non sarà in grado di sopprimere l'attività del virus.

Nel caso dell'herpes zoster, i primi sintomi della malattia negli adulti sono simili all'influenza:

  • febbre;
  • mal di testa;
  • debolezza e letargia;
  • linfonodi ingrossati.

Spesso i sintomi sono accompagnati da bruciore al sito di una futura eruzione cutanea. Molto spesso, un'eruzione a bolle appare sul corpo nelle costole e ha un carattere circostante. Da qui il nome della malattia - herpes zoster. In rari casi, il dolore e l'eruzione cutanea compaiono sul viso. I primi disturbi della pelle si osservano sul naso e nella zona delle orecchie, quindi l'eruzione cutanea viene trasmessa alla mucosa degli occhi.

In primo luogo, le bolle sono riempite con un liquido chiaro, quindi il loro contenuto diventa torbido e si aprono per formare croste. I linfonodi regionali aumentano, i fenomeni catarrali possono verificarsi - è durante questo periodo che il paziente presenta il più grande pericolo epidemico per chi lo circonda. Come con la varicella tipica, i pazienti con herpes zoster possono sperimentare diverse ondate di gonfiore, prima di ciascuna delle quali peggiorano le condizioni del paziente.

Di solito la malattia dura per circa 20 giorni - dopo questo periodo le vescicole si seccano, le croste scompaiono, e sulla superficie della pelle si nota una pigmentazione evidente che scompare in 2-3 mesi.

diagnostica

Con un quadro clinico ampliato di forme simili a gangli di scandole, la diagnosi non è difficile.

Gli errori si verificano spesso nel periodo iniziale della malattia, quando ci sono sintomi di intossicazione, febbre e dolore acuto. In questi casi, viene fatta erroneamente una diagnosi di angina, pleurite, infarto polmonare, colica renale, appendicite acuta, ecc.

Differenzia da herpes simplex, erisipela, eczema acuto; forma generalizzata di herpes zoster - da varicella. Per la conferma di laboratorio della diagnosi, la rilevazione del virus mediante microscopia o l'uso del metodo di immunofluorescenza, l'isolamento del virus nelle colture di tessuti, vengono utilizzati metodi sierologici.

Herpes zoster: foto

Come appare questa malattia, ti offriamo la possibilità di visualizzare foto dettagliate.

complicazioni

La prognosi per forme più lievi della malattia è favorevole, in genere non vi sono recidive e gravi conseguenze dell'herpes zoster. Tuttavia, nelle persone debilitate, dopo un grave processo infiammatorio, sono possibili ulteriori esacerbazioni.

Alcuni pazienti si lamentano di:

  • dolore locale fino a sei mesi dopo il recupero - 25%;
  • la presenza di reazioni al dolore per più di sei mesi - 16%;
  • mal di testa e vertigini - 3%;
  • violazioni della sfera motoria - 4,5%;
  • perdita uditiva acquisita - 2,7%;
  • diminuzione in vista - 1,8%

Nei casi gravi della malattia può danneggiare il cervello (encefalite, meningite), l'insorgenza di ictus, infiammazione del midollo spinale. Le forme oculari di herpes spesso portano alla cecità a causa della necrosi della retina e di altre malattie degli organi visivi.

Spesso, per 1-2 anni dopo che una persona è guarita, i dolori all'intestino, allo stomaco e alla pesantezza nella regione del cuore sono preoccupanti. Le conseguenze più pericolose, di regola, sono osservate in assenza di trattamento conservativo nel periodo affilato.

Trattamento dell'herpes zoster

La maggior parte dei casi di fuoco di Sant'Antonio si risolve in auto-guarigione, anche se non trattata. Tuttavia, i farmaci esistono ancora e possono alleviare in modo significativo il sintomo della malattia, nonché prevenire le complicanze. Il trattamento sintomatico dell'herpes zoster è prescritto singolarmente, a seconda della gravità del corso.

Alcuni farmaci sono usati per trattare gli adulti:

  1. I farmaci antivirali (aciclovir) sono efficaci nel loro appuntamento nei primi 3 giorni della malattia.
  2. Trattamento della pelle colpita con farmaci contenenti Aciclovir, una soluzione di verde brillante, Solcoseryl.
  3. Al fine di ridurre il dolore e ridurre l'infiammazione, i FANS (Nimesulide, Meloxicam e altri) sono prescritti.
  4. Se sono presenti segni di grave intossicazione - terapia di disintossicazione (infusione di soluzioni) seguita da diuretici.
  5. Con sintomi di danno al sistema nervoso - antidepressivi, sedativi, ipnotici.
  6. Per ridurre il prurito - antistaminici.
  7. In caso di infezione batterica degli elementi dell'eruzione cutanea - antibiotici.

Gli obiettivi della terapia Herpes zoster sono:

  • recupero della velocità;
  • ridurre il dolore;
  • prevenire le complicazioni;
  • ridurre la probabilità di nevralgia post-erpetica.

Il trattamento farmacologico è necessario per le persone ad alto rischio di complicanze o per un decorso prolungato della malattia: persone con immunodeficienza, pazienti di età superiore ai 50 anni. I benefici della terapia antivirale in soggetti sani e giovani non sono stati dimostrati.

I casi non complicati sono trattati a casa. Il ricovero obbligatorio è indicato a tutte le persone con sospetto processo disseminato, con danni agli occhi e al cervello.

Herpes Zoster

L'herpes zoster è considerato una malattia virale caratterizzata da lesioni unilaterali erpetiformi sotto forma di eruzioni cutanee. L'herpes zoster è caratterizzato da un'intensa sindrome da dolore. L'agente eziologico della malattia è il virus Zoster o il virus varicella-zoster, che appartiene alla famiglia degli herpevirus. Di regola, il primo incontro con il virus si verifica durante l'infanzia, che scorre sotto forma di varicella (varicella), dopo di che il virus diventa latente (dormiente).

L'herpes zoster è conosciuto fin dall'antichità, ma a quel tempo era considerato una malattia separata. La varicella a lungo è stata considerata come il vaiolo. Sebbene le differenze sintomatiche di queste due malattie siano state descritte a metà del XVIII secolo. La diagnosi differenziale di base divenne disponibile solo alla fine del XIX secolo. La natura della varicella, come contagiosa, fu dimostrata nel 1875 in studi su un gruppo di persone volontarie. I prerequisiti per l'opinione dell'associazione di varicella zoster con l'herpes zoster sono stati proposti nel 1888, quando è stata osservata la comparsa della varicella nei bambini dopo il contatto con l'herpes zoster in forma clinica.

Ma queste conclusioni hanno ricevuto la loro conferma definitiva solo alla fine degli anni '50, quando lo stesso agente patogeno era isolato da pazienti che avevano entrambe le forme cliniche di queste due malattie infettive. Tuttavia, i dati sull'epidemiologia si sono rivelati i più affermativi: l'incidenza della varicella negli scoppi di herpes zoster era molto più alta rispetto alla popolazione generale. Nel 1974, un ceppo indebolito del virus herpes Zoster fu ottenuto in Giappone, e all'inizio del 1980, negli Stati Uniti iniziarono studi clinici di vaccinazione contro la varicella.

I bambini che hanno avuto la varicella sono ancora portatori di questo virus. Si trova nei gangli del midollo spinale, nelle cellule della neuroglia e di solito non causa alcuna manifestazione speciale durante l'immunità normale. Dopo un certo numero di anni dopo la sconfitta iniziale da parte del virus del corpo, la sua attivazione inizia a verificarsi con il passaggio del virus dalle cellule nervose lungo gli assoni. Dopo che il virus raggiunge la fine della cellula nervosa, provoca la manifestazione di una forma acuta sulla pelle, guidata dai segnali del sistema nervoso autonomo.

L'herpes zoster si manifesta come un'eruzione sulla pelle che è accompagnata, a volte, da un forte dolore e da un forte prurito. Va notato che la differenza tra herpes zoster ed herpes simplex (sulle labbra) risiede nella sindrome del dolore e in ampie aree di danno.

Herpes zoster cause

L'herpes zoster si manifesta molte volte più spesso sullo sfondo di una diminuzione dell'immunità. Durante il periodo delle manifestazioni cliniche, il virus si è diffuso in tutto il corpo e può essere determinato nei contenuti dell'eruzione, del liquido lacrimale e della saliva.

Dopo la penetrazione del virus nel sistema nervoso, la sua localizzazione si osserva principalmente nella regione del neurone periferico del ganglio spinale e comincia a diffondersi in tutto il sistema nervoso. Può anche essere presente una denervazione parziale. Nel ganglio spinale posteriore, inizia l'infiammazione, che coinvolge la necrosi emorragica. Durante l'herpes zoster, non solo i nervi periferici, il cervello e i gangli spinali, ma anche le meningi con la sostanza cerebrale sono coinvolti nel processo infiammatorio.

Il processo di come il virus dell'herpes zoster entra in uno stato latente e come viene poi attivato non è particolarmente studiato fino ad ora.

L'herpes zoster non ha nulla a che fare con l'herpes simplex di tipo 1.2 ed è quindi causato da un tipo di virus completamente diverso (virus Zoster), ma tutti i tipi di virus dell'herpes appartengono allo stesso gruppo - il gruppo di virus dell'herpes.

Il numero di pazienti con virus herpes zoster rappresenta oggi circa 3 per 10.000 persone in età avanzata e circa il 15% dei pazienti con immunodeficienza.

L'herpes zoster ha una tendenza alla ricaduta. Allo stesso tempo, il virus mantiene la proprietà di danneggiare sia le cellule nervose che l'epitelio cutaneo del paziente attraverso le membrane mucose e la pelle, seguendo ulteriormente il flusso sanguigno e il flusso linfatico nei tessuti intervertebrali e nei gangli del midollo spinale, dove successivamente si trova in uno stato latente.

L'attivazione dell'herpes zoster si verifica con una forte diminuzione dell'immunità, così come quando si assumono farmaci per sopprimere il sistema immunitario (per il cancro).

Malattie oncologiche sotto forma di tumori di genesi maligna, metastasi, linfogranulomatosi, ecc. può dare una brusca esacerbazione del virus. E non da soli, ma a causa dell'uso di farmaci che inibiscono la crescita delle cellule tumorali (chemioterapia). La radioterapia contribuisce anche allo sviluppo locale dell'herpes zoster, perché causa la morte sia delle cellule tumorali che dei linfociti, cellule killer, che contribuiscono al mantenimento dell'immunità.

Trapianto di organi interni, ganglioneurite virale, trasporto dell'infezione da HIV, passaggio nella fase di AIDS, contribuiscono alla manifestazione clinica protratta dell'herpes zoster. In generale, per le infezioni da herpes, l'herpes zoster può essere considerato come uno dei suoi sintomi. Cioè, un paziente che ha una ricaduta di herpes zoster almeno una volta all'anno o più dovrebbe prima essere testato per lo stato di HIV.

Di norma, i gangli nervosi cranici e intervertebrali sono soggetti a lesioni virali nell'herpes zoster. Il DNA del virus stesso è in grado di penetrare all'interno della cellula. E in certi casi può portare allo sviluppo di meningoencefalite e influenzare la mucosa degli organi interni.

Ma voglio sottolineare il fatto che le persone sane praticamente non assumono l'herpes zoster. Per quanto riguarda i bambini, anche loro raramente soffrono di questa malattia. Circa il 5% dei bambini con herpes zoster è affetto da cancro o da infezione da HIV. A volte l'herpes zoster nei bambini si verifica già nell'infanzia, e anche nel periodo neonatale. Di norma, questo è dovuto al fatto che la donna ha affilato l'herpes zoster durante la gravidanza, o ha avuto la varicella.

Secondo i risultati delle ricerche condotte da scienziati americani, è emerso che i bambini che hanno ricevuto un vaccino contro la varicella in giovane età non sono quasi a rischio di avere l'herpes zoster. Cosa si può dire dei bambini che hanno appena avuto la varicella.

Ma, nonostante il fatto che l'herpes zoster durante la gravidanza non influisca sul feto in via di sviluppo, questa infezione può rappresentare una pericolosa minaccia per il corso della gravidanza e lo stato successivo del bambino nel periodo perinatale.

Il virus dell'herpes zoster infetta uno dei 3.500 bambini nel periodo perinatale.

L'herpes zoster nei bambini nel periodo neonatale è una conseguenza dell'herpes subito dalle madri durante la gravidanza, specialmente nel terzo trimestre. La trasmissione dell'herpes zoster per via ematogena (placenta-uterina) o durante il travaglio (se l'herpes colpisce le mucose del tratto genitale) può verificarsi. Inoltre, durante l'allattamento al seno, il virus viene trasmesso.

I segni dello sviluppo dell'herpes zoster nei neonati possono essere rilevati una settimana dopo la trasmissione del virus. Quando l'herpes zoster nei bambini del periodo perinatale, vi è un'eruzione cutanea di vescicole sulla pelle e sulle mucose. Molto spesso, il virus colpisce la congiuntiva dell'occhio, senza provocare un'eruzione sulla pelle e sulle mucose, ma allo stesso tempo persiste nel corpo del bambino. Il decorso della malattia per un bambino è abbastanza difficile e dura circa 10 giorni.

Se un bambino nasce prematuro, una infezione virale sotto forma di herpes zoster si presenterà molto più difficile, interessando il cervello (encefalite da herpes). La prognosi dell'herpes zoster nei neonati prematuri è sfavorevole. Circa il 70% dei preterm sono fatali.

Ma il trattamento dell'herpes zoster nei neonati con farmaci antivirali riduce della metà la mortalità perinatale. Il trattamento quando viene rilevato un virus in un neonato viene prescritto immediatamente.

Il trattamento dell'herpes zoster nei neonati con farmaci antivirali riduce la mortalità infantile di quasi il 50%.

Le infezioni da herpes sono considerate le più comuni malattie infettive nelle donne in gravidanza, che possono complicare il corso della gravidanza. Ma l'herpes zoster durante la gravidanza non è così frequente, a differenza dell'herpes simplex.

Il numero di donne in gravidanza portatrici del virus dell'herpes simplex sta crescendo rapidamente (circa il 30% di tutte le donne in gravidanza). Con loro, l'incidenza dell'herpes zoster durante la gravidanza è in aumento. Nel caso di infezione primaria con questo tipo di herpes, il feto può essere danneggiato nella forma di varie deformità, anomalie cromosomiche o morte fetale.

Durante la gravidanza, l'herpes zoster può portare allo sviluppo di 1,2 tipi di herpes non persistente, o in combinazione con loro allo stesso tempo. Quello per una donna incinta porterà il più forte dolore e prurito insopportabile, con febbre accompagnante e malessere generale.

La stessa gravidanza è la causa dell'immunodeficienza. In altre condizioni, cioè con una maggiore immunità, la gravidanza sarebbe impossibile. La natura ha progettato una riduzione fisiologica dell'immunità durante la gravidanza per una gravidanza di successo. L'herpes zoster "si sveglia" a causa di una diminuzione dell'immunità, e quindi, non nei primi stadi del suo declino, ma nell'immunodeficienza cronica, che può essere osservata durante la gravidanza.

Come è chiaro da quanto precede, l'immunodeficienza, che può verificarsi in varie malattie e condizioni a qualsiasi età, può essere una causa per lo sviluppo o la distruzione dell'herpes zoster.

foto di herpes zoster sul retro

Sintomi di herpes zoster

I sintomi dell'herpes zoster iniziano con sintomi prodromici generali: dispepsia, mal di testa, lieve aumento della temperatura corporea, brividi severi e malessere generale. Successivamente, prurito e dolore lungo le fibre periferiche nervose possono unirsi. Caratterizzati sono prurito e bruciore della pelle sul sito di future bolle. Tali segni sono riconosciuti come molto soggettivi e l'intensità delle manifestazioni di herpes può essere diversa per ciascun paziente. La durata del periodo iniziale non supera i 5 giorni, ma nei bambini questo periodo è ancora più breve rispetto ai pazienti adulti.

Dopo un breve periodo della fase prodromica, si può osservare un aumento significativo della temperatura corporea ai numeri subfebrilari, con l'aggiunta di sintomi di intossicazione del corpo (muscoli e cefalee, anoressia). Insieme a questo, lungo il corso di diversi gangli spinali, le eruzioni cutanee possono apparire sotto forma di macchie rosa con dolore severo, che, di regola, non si fondono e hanno 5 mm di diametro.

Dopo alcune ore, vescicole strettamente raggruppate con contenuto di colore sieroso cominciano ad apparire sullo sfondo di esanti. I bordi di queste vescicole sono solitamente irregolari e la loro base è iperemica ed edematosa. A seconda dello stato di immunità e del grado di gravità dell'herpes zoster, possono associarsi dolore e aumento dei linfonodi regionali (locali). I bambini possono avere faringite, rinite e laringite, che complicano notevolmente il decorso della malattia.

Gli esante sono definiti nell'area della proiezione del tronco nervoso. Spesso c'è un danno unilaterale al ganglio nervoso, che viene proiettato lungo i nervi del nervo trigemino-facciale intercostale. Ci sono casi in cui i tronchi nervosi delle estremità sono coinvolti nel processo della lesione con il conseguente sviluppo di neurite. Fortunatamente, questi casi sono molto rari. Spesso ci sono esantema nell'inguine.

Con l'herpes zoster, è possibile determinare simultaneamente l'eruzione cutanea a diversi stadi, che vanno dal rossore e termina con aree di iperpigmentazione dopo la guarigione delle vescicole. Circa una settimana dopo, l'iperemia della pelle intorno alle vescicole si attenua, e con esso il gonfiore, il liquido all'interno delle vescicole diventa torbido, iniziano ad asciugarsi e si formano delle croste nel sito della loro localizzazione, dopo il passaggio attraverso il quale si può verificare una leggera pigmentazione della pelle. Di conseguenza, dopo 2-3 settimane dall'inizio della malattia, si verifica il recupero.

Tuttavia, l'herpes zoster può anche avere una forma generalizzata di manifestazione.

A volte la forma di eritema generalizzato con herpes zoster viene confrontata con la varicella associata, poiché la localizzazione dell'eruzione si nota non solo lungo i gangli nervosi, ma anche su altre aree della pelle e delle mucose. Se c'è un herpes zoster generalizzato o le sue manifestazioni cliniche durano più di 21 giorni, è necessario esaminare il paziente per determinare la natura dell'immunodeficienza e la presenza di cancro.

L'herpes zoster può anche avere una forma abortiva, caratterizzata da eruzioni eritematose lungo i gangli nervosi, che scompaiono presto dopo la comparsa delle vescicole. In questo caso, la condizione generale del paziente non soffre particolarmente.

La forma bollosa di herpes zoster è caratterizzata da grandi vescicole che si fondono in grandi vescicole con contenuti sierosi. Quando i vasi sanguigni sono danneggiati, il contenuto del sieroso viene convertito in emorragico e, in caso di infezione secondaria, in purulento. Nei casi più gravi, questi blister si possono fondere in nastri solidi che, dopo essersi asciugati, possono anche causare un'infezione secondaria con la formazione di una scabbia necrotica scura. Il grado di gravità di questa forma di herpes zoster dipende dalla posizione dell'exanthema. Ad esempio, con la sconfitta dei nervi facciali si uniscono dolore acuto neuralgico, danno alla cornea degli occhi e delle palpebre.

La durata dell'herpes zoster in forma acuta è di 2-3 settimane; con una forma abortita circa una settimana; e nel caso di una forma complicata o di una natura protratta - più di un mese. I dolori da herpes zoster sono di natura bruciante, parossistica, con maggiore intensità durante la notte. La sensibilità cutanea compromessa e le parestesie locali sono i sintomi più riconosciuti dell'herpes zoster.

Ci sono casi di danni ai nervi dei nervi oculomotori, dello sfintere della vescica e dei muscoli addominali. Se la meningite sierosa inizia a svilupparsi, i cambiamenti nello studio del liquido cerebrospinale a volte non corrispondono alla gravità dei sintomi nella meningite. Nella forma acuta di herpes zoster è possibile lo sviluppo di encefalite e meningoencefalite.

Quando la forma oftalmica dell'herpes zoster può verificarsi disturbi come il ramo oculare del nervo trigemino. Con un sintomo di Ramsey-Hunt, la paralisi periferica unilaterale facciale si verifica con il danneggiamento dei muscoli facciali e delle eruzioni nel condotto uditivo o sulle membrane mucose del cavo orale e della gola. Segnato anche da intenso dolore nel canale uditivo esterno, vertigini e, successivamente, sordità completa o parziale.

In caso di herpes zoster motorio, si può osservare una leggera debolezza muscolare, danno di miotoma insieme a dermatomi che sono affetti da un'eruzione erpetica. L'herpes zoster può avere una diversa intensità di manifestazioni cliniche, specialmente nelle persone con un sistema immunitario indebolito. Tali pazienti possono sviluppare encefalite, danno del midollo spinale. Le arterie possono essere colpite, causando emiplegia.

I dolori nevralgici con herpes zoster possono durare fino a sei mesi. Raramente l'herpes zoster passa rapidamente e senza dolore, anche se ci sono casi simili, che è dovuto ad un buon livello di immunità.

L'herpes zoster può causare complicazioni sotto forma di mielite trasversa, che alla fine va in paralisi motoria. L'herpes zoster in persone affette da HIV che combinano altri stati di immunodeficienza è molto più difficile. La durata del periodo di latenza prima della comparsa delle eruzioni cutanee è di circa una settimana. I pazienti con linfoma o linfogranulematoz presentano un grande rischio di herpes zoster. Circa il 50% di loro ha herpes piaghe, che si diffondono su tutta la superficie del corpo. Il 10% ha la possibilità di sviluppare polmonite virale, epatite e meningoencefalite con altre gravi complicanze.

Con l'herpes zoster si distinguono le forme tipiche: abortive, in cui ci sono solo eruzioni cutanee con vesciche e la sindrome del dolore è assente; vesciche, in cui le eruzioni cutanee possono apparire come grandi vesciche; emorragico, in cui le bolle sono piene di sangue; gangreno, in cui vi è una leggera necrosi tissutale, con la conseguente formazione di cicatrici per il resto della vita.

foto bambino herpes zoster

L'herpes zoster nei bambini, di regola, procede con gli stessi sintomi degli adulti. I bambini più piccoli sono abbastanza ben tollerati con l'herpes zoster senza eritema, ma con dolore e arrossamento di alcune aree della pelle. Gli scolari con herpes zoster colpiscono in forme più gravi, interessando la pelle dell'orecchio, che può portare alla paralisi del nervo facciale.

Il bambino cessa di essere contagioso e può tornare alle lezioni in un momento in cui tutte le eruzioni cutanee sono coperte da croste, ma per una protezione aggiuntiva per gli altri, i luoghi colpiti dovrebbero essere coperti con una benda.

Nella diagnosi di herpes zoster, è importante considerare alcune delle sfumature. Molti specialisti scarsamente qualificati confondono l'herpes zoster con colica renale, angina pectoris e altre malattie simili. Perché, all'inizio della malattia, l'herpes zoster si manifesta con febbre e dolori acuti, pur avendo aree affette minori con eruzioni cutanee.

Per una corretta diagnosi, utilizzare: microscopia per la rilevazione del virus dell'herpes zoster, metodo di immunofluorescenza, metodo colturale, diagnostica PCR e metodo sierologico.

Trattamento di herpes zoster

Un numero elevato di casi di herpes zoster può provocare una guarigione spontanea anche in assenza di terapia. Tuttavia, la terapia di qualità per l'herpes zoster esiste e può alleviare significativamente le manifestazioni della malattia, oltre a prevenire lo sviluppo di complicazioni.

Gli obiettivi della terapia per questa malattia sono: accelerazione del recupero, prevenzione delle complicanze, riduzione del dolore, riduzione della probabilità di nevralgia post-erpetica.

La terapia farmacologica è necessaria per i pazienti ad alto rischio di complicanze o per un decorso prolungato della malattia. Queste sono persone con stati di immunodeficienza, pazienti anziani. I benefici del trattamento antivirale nei pazienti giovani e sani non sono stati dimostrati.

I casi di natura non complicata sono trattati in regime ambulatoriale. L'ospedalizzazione in un ospedale è mostrata a quei pazienti che hanno il sospetto di un processo disseminato, con danni al cervello e agli occhi.

Famciclovir, Aciclovir, Valaciclovir sono comunemente usati per il trattamento dell'herpes zoster. Il Valaciclovir sembra essere il fondatore metabolico di Acyclovir e viene trasformato in esso dall'azione della produzione di enzimi da parte del fegato. Le molecole di aciclovir hanno la capacità unica di integrarsi nel DNA di un virus. Pertanto, la sua replica e riproduzione di particelle infette viene interrotta. Famciclovir entra nel corpo in Penciclovir e agisce in modo simile.

La sicurezza e l'efficacia dell'uso di questi farmaci è stata dimostrata da numerosi esperimenti nel trattamento dell'herpes zoster. Quando iniziano la terapia per tre giorni dalle prime manifestazioni di rash, possono aiutare a ridurre la gravità del dolore, ridurre la durata della malattia e la probabilità di nevralgia post-erpetica.

Famciclovir e Valaciclovir sono usati in un regime più conveniente dell'Aciclovir, ma non sono ben compresi e costano di più. È necessario iniziare l'uso di Acyclovir nelle prime 72 ore a 0,8 gr. fino a cinque volte al giorno. Ricezione Famciclovir nominare 0,25 grammi. tre volte al giorno anche entro 72 ore dall'apparizione dell'eruzione. La durata del trattamento è di circa 14 giorni, ma tutto dipende dalla gravità della malattia.

Il sollievo dal dolore da herpes zoster è uno dei punti importanti nel trattamento. Il sollievo dal dolore di alta qualità consente al paziente di respirare normalmente, di muoversi e di ridurre il disagio psicologico. Negli Stati Uniti d'America, gli analgesici narcotici, ad esempio l'ossicodone, sono prescritti per l'anestesia.

Possono essere utilizzati i seguenti analgesici non narcotici: Dexketoprofene, Naproxen, Ibuprofen, Ketorolac, Ketoprofen. Questi farmaci sono antinfiammatori non steroidei. Per la nevralgia erpetica, i farmaci a base di capsaicina sono molto efficaci.

I farmaci anticonvulsivanti sono solitamente usati per l'epilessia, ma hanno anche una certa capacità di ridurre il dolore neuropatico. Per l'herpes zoster vengono utilizzati Gabapentin e Pregabalin.

C'è una tendenza positiva nell'uso di antidepressivi nel trattamento della nevralgia post-erpetica.

I farmaci corticosteroidi riducono il prurito e l'infiammazione. Numerosi studi hanno dimostrato la loro capacità in combinazione con l'uso di agenti antivirali per ridurre le manifestazioni cliniche nei polmoni e nelle forme moderatamente gravi della malattia.

Con l'herpes zoster, puoi fare una doccia, ma in nessun caso un bagno, perché le eruzioni cutanee non possono essere cotte al vapore. Per il prurito della pelle, puoi usare le compresse con la calamina. L'area interessata da eruzioni cutanee è meglio spogliarsi il più possibile. minore è il contatto con l'abbigliamento e maggiore è il contatto con l'aria, meglio è.

Nel trattamento dell'herpes zoster nei bambini, in particolare i neonati, è importante prendere in considerazione l'età perinatale alla quale è severamente vietata la nomina di determinati farmaci. Lo stesso vale per l'herpes zoster durante la gravidanza.

In presenza di sintomi e sintomi di herpes zoster nei neonati, la terapia viene effettuata immediatamente con il farmaco Acyclovir 50 mg / kg al giorno per 3 settimane.
La congiuntivite associata all'herpes nei bambini può essere trattata con un unguento di Idoxuridina.

Durante la gravidanza, è importante monitorare lo stato di immunità e prevenirne il declino. Importante è l'accoglienza dei multivitaminici, il camminare all'aria aperta, il rifiuto assoluto delle cattive abitudini. È importante che le future madri ricordino che fin dall'inizio della gravidanza la loro immunità è notevolmente ridotta per il proseguimento fisiologico della gravidanza, perché in altre condizioni la sua continuazione è impossibile. Perché è importante proteggersi da un gran numero di persone, specialmente nei periodi stagionali di epidemie.

Anche il trattamento profilattico per i pazienti con herpes zoster è considerato indurimento profilattico, l'uso di fisioterapia e fitoterapia per mantenere l'immunità. Smettere di fumare e bere alcolici li aiuterà molto in questo.

Vale la pena ricordare che l'herpes zoster è una malattia incurabile, ma con buone condizioni di vita è possibile ottenere un periodo di remissione stabile e così via fino alla fine della vita del paziente.

Herpes Zoster: sintomi e trattamento

Herpes zoster (Herpes zoster), o herpes zoster, è una malattia infettiva causata da un virus della famiglia Herpesvirus. Le sue principali manifestazioni sono danni alla pelle e ai nervi periferici. In alcuni casi, l'infezione può essere generalizzata, che può causare encefalite o mielite. Le manifestazioni cliniche della malattia sono piuttosto specifiche, su cui si basa la diagnosi. Il trattamento utilizza specifici farmaci antiepetetici del gruppo Acyclovir, che bloccano la riproduzione del virus. Da questo articolo puoi conoscere i segni e i metodi di trattamento dell'herpes zoster.

La parola "herpes" in molti è associata a eruzioni cutanee sulle labbra, che appaiono con il raffreddore. L'herpes zoster ha un'eruzione cutanea sulle labbra. Gli agenti patogeni sono diversi, sono uniti solo dall'origine dei virus della stessa famiglia e non più.

La causa dell'herpes zoster

Solo una persona che ha già avuto la varicella (varicella) può ammalarsi di herpes zoster. "Prima" significa sempre nella vita, anche 50-60 anni fa. Questo è possibile perché l'agente eziologico della varicella e del fuoco di Sant'Antonio è lo stesso.

L'agente eziologico di entrambe le malattie è il virus herpes simplex di tipo 3 (e ce ne sono solo 8 conosciuti finora) con il nome di Varicella zoster (si noti che il primo e il secondo tipo di virus dell'herpes causano un raffreddore sulle labbra). Questo virus al primo incontro con il corpo umano causa la varicella. Molto spesso questo si verifica durante l'infanzia. Il recupero clinico dalla varicella non è accompagnato dal 100% di eliminazione del virus dal corpo. La sua quantità nel corpo ricade sotto l'azione degli anticorpi, ma, per così dire, i resti del "nascondiglio" nei neuroni delle corna posteriori del midollo spinale, i gangli dei nervi cranici, i gangli del sistema nervoso autonomo, meno spesso nelle cellule della neuroglia. E rimangono lì per persistere per tutta la vita, poiché con tale localizzazione diventano inaccessibili all'azione degli anticorpi che circolano nel sangue.

Nel corso della vita, se esposto a fattori provocatori, il virus può riattivarsi e lasciare il suo "rifugio". Allo stesso tempo, si muove lungo i nervi periferici nella direzione della pelle, dove si manifesta come eruzioni cutanee pruriginose. Poiché i fattori che provocano possono servire:

  • ipotermia (inclusa l'esposizione a correnti d'aria);
  • infezioni virali respiratorie acute (soprattutto sullo sfondo di ridotta immunità);
  • assumere corticosteroidi o farmaci chemioterapici (perché essi stessi riducono la forza immunitaria del corpo);
  • traumi;
  • lo stress;
  • esacerbazione di malattie somatiche croniche (in particolare malattie del sangue);
  • vecchiaia

Tutti i fattori provocatori, in linea di principio, diventano una fonte di immunità ridotta. E con una diminuzione delle forze protettive, il virus dell'herpes simplex del terzo tipo esce dal suo "rifugio" neurologico. E poi sorgono le scandole

L'herpes zoster trasferito non lascia una forte immunità, perché il virus si sta di nuovo nascondendo nei gangli nervosi. Con una diminuzione ripetuta dell'immunità, può nuovamente riattivarsi e causare malattie. Questo può accadere una miriade di volte.

Il virus stesso è altamente contagioso (contagioso). Ciò significa che anche un piccolo contatto con una persona malata può causare la varicella. Cioè, se nella famiglia un adulto si ammala di herpes zoster, e c'è un bambino che non ha la varicella, allora quasi il 100% che prenderà la varicella. Per gli altri adulti, il contatto con l'herpes zoster non è così pericoloso, ma solo in condizioni di normale immunità.

Sebbene il virus sia molto contagioso, è molto instabile nell'ambiente esterno. Muore rapidamente quando riscaldato, l'azione della luce solare, il trattamento con disinfettanti. Ma le basse temperature contribuiscono solo alla sua conservazione.

Sintomi di Herpes Zoster

Molto spesso, la malattia inizia con sintomi prodromici: malessere generale, debolezza, affaticamento, debolezza, mal di testa, febbre (leggera), dolori muscolari, brividi. Ci potrebbe anche essere un leggero prurito e formicolio nel sito delle future eruzioni. Questi sintomi possono durare solo poche ore o anche pochi giorni.

Poi l'intossicazione aumenta bruscamente, che è accompagnata da un aumento della temperatura più forte, dolorante su tutto il corpo, brividi. Sullo sfondo di questi fenomeni compaiono sull'eruzione cutanea. Che aspetto ha un'eruzione su herpes herpes? In primo luogo, sulla pelle compaiono macchie rosso-rosa di 2-5 mm. Dopo un giorno, i punti si trasformano in vescicole situate su un'ampia base, che tendono a fondersi. La pelle attorno alle bolle è gonfia, iperemica (rossa). Il contenuto delle bolle è trasparente, ma diventa rapidamente torbido. Entro pochi giorni, appaiono nuove e nuove bolle (accanto alle precedenti). Dopo circa 6-8 giorni, le bolle si seccano e al loro posto si formano delle croste giallastre. Quando le croste cadono, rimane la pigmentazione della pelle, che può persistere per un lungo periodo (diversi mesi).

L'aspetto dell'eruzione è associato al dolore nel luogo in cui si trova. Il dolore è associato a danni ai processi nervosi responsabili del dolore e ai cambiamenti della pelle locale. Nella maggior parte dei casi, i pazienti caratterizzano le loro sensazioni come prurito pronunciato, che non dà riposo e la capacità di dormire. Il dolore può essere noioso, bruciante, sparare lungo il nervo interessato. Le sensazioni di dolore sono permanenti, intensificate di notte. I pazienti risparmiano l'area interessata, poiché anche un soffio di brezza, non solo un tocco, può esacerbare il dolore.

Molto specifica è la natura dell'eruzione cutanea, che funge da criterio per la diagnosi. Macchie e vescicole si trovano lungo i nervi periferici: sul corpo sotto forma di bande trasversali (e il più delle volte solo su un lato), sul viso nell'area dei singoli rami del nervo trigemino, nel padiglione auricolare (con danno al ganglio del nervo facciale), lungo l'arto lungo. Molto spesso, l'eruzione cutanea nell'herpes zoster è localizzata lungo i nervi intercostali sia a sinistra che a destra, meno spesso - cingendo l'intero busto. Da qui il nome della malattia "fuoco di Sant'Antonio", perché l'eruzione ricorda la traccia di una cintura che copre il corpo.

L'aumento della temperatura dura per diversi giorni, di solito fino a quando compaiono nuovi elementi dell'eruzione e poi gradualmente torna alla normalità. Inoltre, i segni di intossicazione gradualmente scompaiono. In media, la durata totale della malattia è di circa 3 settimane. Il dolore di solito diminuisce con la scomparsa dell'eruzione, ma a volte dura a lungo. In quest'ultimo caso, si forma la cosiddetta nevralgia posterpetica. È possibile conoscere i casi in cui si verifica nevralgia posterpetica, come si manifesta e come viene trattata, nel seguente articolo.

Esistono diverse forme separate di scandole:

  • forma oftalmica in cui è colpito il primo ramo del nervo trigemino. In questo caso, l'eruzione si trova nell'area orbitale, incluso il bulbo oculare. In questo caso, può svilupparsi cheratite erpetica (lesione corneale), che è piena di complicazioni dall'organo della vista;
  • forma dell'orecchio (sindrome di Ramsey-Hunt). In questo caso, l'eruzione associata alla sconfitta del ganglio del nervo facciale. Oltre alle eruzioni cutanee e ai dolori, la paresi periferica dei muscoli facciali può svilupparsi, con una torsione del viso, versando il cibo dalla bocca e portandolo nel naso, e l'incapacità di chiudere le palpebre sul lato colpito;
  • forma necrotica in cui gli strati più profondi della pelle sono danneggiati. Allo stesso tempo, un'infezione batterica secondaria si sviluppa quasi sempre, la malattia è abbastanza difficile e, dopo il recupero, rimangono cicatrici sulla pelle della zona interessata. Questa forma si sviluppa in individui con una forte diminuzione dell'immunità (ad esempio nell'infezione da HIV);
  • forma blister (bollosa). Succede quando le piccole bolle si fondono in quelle grandi;
  • forma emorragica. Viene diagnosticato se il contenuto delle bolle è sanguinoso;
  • forma generalizzata, o disseminata, in cui l'eruzione si diffonde in tutto il corpo e anche le mucose. Questa forma si sviluppa anche in individui con una marcata diminuzione dell'immunità;
  • forma abortiva. È caratterizzato solo dall'apparizione di macchie lungo i tronchi nervosi, non si formano bolle. Questa è una forma abbastanza mite che non è accompagnata da sintomi di intossicazione e può anche passare inosservata dal paziente.

In alcuni casi, è possibile trasferire l'infezione al sistema nervoso centrale. In questo caso si sviluppano meningite, encefalite, meningoencefalite, mielite con i sintomi corrispondenti. Tali forme possono persino essere fatali.

Diagnosi di herpes zoster

È consuetudine stabilire la diagnosi sulla base di un tipico quadro clinico, cioè la presenza di un rash caratteristico con una posizione specifica (lungo il decorso dei nervi periferici) sullo sfondo di sintomi infettivi generali. A volte è difficile fare una diagnosi nei primi giorni della malattia, quando non c'è eruzione cutanea o nei casi in cui il paziente non sa se aveva precedentemente sofferto di varicella e l'eruzione si trova su tutto il corpo (forma generalizzata).

I metodi di diagnosi di laboratorio sono usati raramente in casi difficili da riconoscere. Utilizzato il rilevamento del virus al microscopio, metodi immunofluorescente o sierologici.

Trattamento dell'herpes zoster

Tutti i trattamenti per l'herpes zoster possono essere suddivisi in tre gruppi:

  • etiotropico (mirato direttamente alla causa della malattia);
  • patogenetico (influenza i meccanismi di sviluppo della malattia);
  • sintomatico (aiuta ad affrontare i sintomi individuali).

Trattamento etiotropo

È, oggi, nell'uso di specifici farmaci antieretici. Questi includono farmaci Acyclovir (Zovirax, Virolex, Gerpevir), Valtrex, Ganciclovir, Famciclovir. I farmaci hanno un meccanismo d'azione che blocca la riproduzione del virus dell'herpes. Impediscono l'emergere di nuovi elementi dell'eruzione cutanea (il che significa che l'area della lesione diventa molto più piccola rispetto a quella senza trattamento), accelera la formazione di croste, previene la generalizzazione dell'infezione. Ci sono varie forme di preparati sotto forma di polvere per la preparazione di iniezioni, compresse, capsule, sciroppi, unguenti e creme per uso esterno. Di solito la somministrazione endovenosa combinata con uso esterno.

Lo schema di utilizzo include l'uso di Acyclovir a 5 mg / kg di flebo endovenoso 3 volte al giorno per 5-10 giorni. Un'alternativa alla somministrazione endovenosa sta assumendo compresse di Acyclovir 800 mg 5 volte al giorno per 5-10 giorni. Allo stesso tempo, una crema o unguento viene applicato sulla pelle interessata 5 volte al giorno per 5-10 giorni. A volte, insieme ad Acyclovir, ricorrono all'uso di altri agenti immunomodulatori: Viferon, Cycloferon, Tiloron (Amixin, Lavomax), Izoprinazin e altri.

Nei casi più gravi, l'uso di Acyclovir è combinato con l'uso di immunoglobulina umana. Se si unisce un'infezione batterica, è necessario prescrivere antibiotici.

Trattamento patogenetico

In questo gruppo di metodi includono i mezzi per combattere l'intossicazione. A tale scopo vengono utilizzate soluzioni endovenose di glucosio, Ringer, reosorbilatt e altri. In alcuni casi, la loro introduzione è unita a preparazioni diuretiche (Furosemide, Lasix). Viene mostrato l'uso delle vitamine B, a causa dei loro effetti selettivi e persino analgesici sul sistema nervoso. Gli antistaminici possono essere utilizzati (Erius, Suprastin, Zodak e altri) per ridurre il gonfiore e migliorare l'azione degli analgesici. La scelta dei mezzi dipende dalla forma e dalla gravità della malattia in un caso particolare.

Trattamento sintomatico

Come mezzo di uso sintomatico della terapia:

  • antipiretico (paracetamolo, ibuprofene e altri);
  • analgesici (farmaci combinati a base di farmaci antinfiammatori non steroidei, analgesici narcotici tipo tramadolo);
  • blocco con anestetici (con sindrome da dolore grave);
  • ipnotici (se il dolore interferisce con il paziente per rilassarsi completamente).

Dai mezzi di fisioterapia, l'irradiazione ultravioletta (irradiazione ultravioletta) alla zona di eruzione, UHF, laser terapia e quarzo sono efficaci.

In alcuni casi, è giustificato lubrificare le eruzioni con soluzioni di verde brillante ("Zelenka"), blu di metilene, che contribuiscono all'asciugamento delle bolle, pur avendo un effetto disinfettante. Solo si deve ricordare che è necessario applicare queste sostanze con la massima cura e precisione, perché la generosità in questo caso può danneggiare.

Un altro punto importante nel trattamento dell'herpes zoster: è desiderabile mantenere l'area interessata, cioè in modo che ci sia l'accesso all'aria. Quindi le bolle hanno un rischio minore di stratificazione di un'infezione batterica secondaria e si asciugano più velocemente.

Pertanto, l'herpes zoster è la spiacevole conseguenza della riattivazione del virus dell'herpes di tipo 3, che si verifica sullo sfondo di una ridotta immunità in generale. Le principali manifestazioni della malattia sono l'esantema specifico sotto forma di vescicole e dolore in questa zona a causa di danni ai tronchi nervosi. Nella maggior parte dei casi, la malattia ha una prognosi favorevole e termina con il recupero entro 3 settimane. Tuttavia, lo sviluppo di forme complicate che possono richiedere un trattamento più lungo è possibile. I moderni progressi della medicina hanno un arsenale abbastanza ampio di strumenti per combattere efficacemente il virus e consentire di sconfiggere l'infezione.

Clinica europea "Siena-Med", video sul tema "Trattamento di herpes zoster. Clinica e diagnosi di fuoco di Sant'Antonio ":

Herpes zoster, sintomi e trattamento negli adulti

L'herpes zoster è una malattia estremamente sgradevole e abbastanza comune che è di natura virale. I sintomi della malattia si manifestano in diverse parti del corpo. Di solito è il viso, le membra, i genitali, la regione lombare della schiena. A volte si formano eruzioni cutanee su altre aree della pelle, ma sul viso più spesso.

Inoltre, questa malattia ha alcuni segni di danni al sistema nervoso. Oltre al fuoco di Sant'Antonio, l'agente causale della malattia - varicella zoster - può portare alla comparsa della varicella nei bambini, così come negli adulti che non sono stati precedentemente ammalati da questo disturbo.

Cos'è?

L'herpes zoster è una malattia sporadica causata dalla riattivazione del virus dell'herpes di tipo III (virus Varicella Zoster). La malattia è caratterizzata da una lesione predominante della pelle e del sistema nervoso con gravi complicanze.

I virus della varicella-zoster, se entrano nel corpo umano, si diffondono rapidamente attraverso il sangue, il liquido cerebrospinale e i gusci nervosi. Insediandosi nelle cellule nervose dei gangli spinali, rimangono lì per tutta la vita. Ipotermia, insolazione, abuso di alcol, traumi fisici e mentali, cicli ormonali - tutto ciò che colpisce l'immunità, provoca l'esacerbazione della malattia. Possedendo il tropismo alle cellule del sistema nervoso, i virus varicella-zoster causano malattie che si verificano spesso come malattie infettive del sistema nervoso centrale e periferico.

Carrozza nascosta a vita di varicella zoster si trova in circa il 20% degli abitanti del nostro paese che avevano avuto la varicella durante l'infanzia. Il trasporto asintomatico di un virus "dormiente" può durare per tutta la vita. Il ricovero principale per lui sono le cellule nervose del corpo. Sotto l'influenza di agenti interni e / o esterni, il virus viene attivato.

Storia di

L'herpes zoster era conosciuto in tempi antichi, ma era considerato una malattia indipendente. Allo stesso tempo, la varicella per lungo tempo veniva spesso scambiata per il vaiolo: nonostante le differenze cliniche di queste due infezioni fossero descritte negli anni '60 del XVIII secolo, una differenziazione affidabile divenne possibile solo alla fine del XIX secolo.

La natura contagiosa della varicella fu dimostrata da Steiner nel 1875 in esperimenti su volontari. Le supposizioni sulla relazione tra la varicella e le malattie dell'herpes zoster furono fatte per la prima volta nel 1888 da von Bokay, che osservò la malattia della varicella nei bambini dopo il contatto con i pazienti di herpes zoster. Queste idee furono confermate solo alla fine degli anni '50, quando T. Weller isolò l'agente patogeno da pazienti con entrambe le forme cliniche di infezione.

Tuttavia, i dati epidemiologici si sono rivelati i più convincenti: l'incidenza della varicella nei focolai di herpes zoster era significativamente superiore alla media della popolazione (vi è un alto rischio secondario di infezione nei fuochi di fuoco di Sant'Antonio). Nel 1974, Takahashi e collaboratori hanno ricevuto un ceppo Oka indebolito del virus wild-type, e nel 1980, negli Stati Uniti è stata avviata una sperimentazione clinica del vaccino contro la varicella.

Come puoi essere infettato?

Il virus dell'herpes zoster è altamente contagioso (trasferibile), quindi si diffonde facilmente da persona a persona con goccioline trasportate dall'aria, oltre che dal contatto con la pelle del paziente. In questo caso, il corpo penetra nel liquido contenuto nelle bolle formate sull'epidermide infettate con varicella o fuoco di Sant'Antonio. Per la prima volta, una persona infetta sviluppa varicella, dopo di che il virus persiste a lungo nel corpo.

L'esacerbazione della malattia sotto forma di herpes zoster può verificarsi a causa dell'impatto di una serie di fattori provocatori:

  • immunità ridotta, stati di immunodeficienza severa;
  • assunzione di farmaci citotossici, chemioterapia, cancro;
  • malattie autoimmuni, disturbi patologici nel sangue;
  • sottolinea, shock;
  • avvelenamento, intossicazione;
  • ipotermia prolungata;
  • vecchiaia (oltre 65 anni).

La varicella è una malattia comune nei bambini e un adulto con una storia di questa malattia può attivare un virus del sonno contattando un bambino. L'herpes zoster nei bambini sotto i 10 anni di età può manifestarsi solo nel caso di disturbi congeniti del funzionamento delle cellule del sistema immunitario, così come nel caso della varicella nei primi mesi di vita.

L'herpes zoster è contaminato?

Se una persona in contatto con l'infanzia aveva la varicella e sviluppava una forte immunità, il rischio di contrarre l'herpes zoster è praticamente ridotto al minimo. Tuttavia, nelle persone che non hanno mai avuto la varicella, il contatto con l'herpes zoster può portare allo sviluppo della varicella. Soprattutto questo rischio aumenta nei bambini e negli adulti dopo cinquanta anni con bassa immunità.

Va notato che l'herpes zoster è contagioso durante il periodo delle eruzioni erpetiche. Durante il periodo di guarigione e formazione di croste, la malattia cessa di essere pericolosa.

Posso ammalarmi di nuovo?

Il virus della varicella, che entra nel corpo umano, provoca la varicella (varicella). Tuttavia, dopo il recupero, questo virus non viene eliminato, ma viene memorizzato nel corpo umano in uno stato latente. Questo virus è asintomaticamente sepolto nelle cellule nervose nelle radici posteriori del midollo spinale.

L'attivazione del virus si verifica quando l'esposizione al corpo di fattori negativi che contribuiscono a una diminuzione dell'immunità. In questo caso, la malattia ricorre, non solo sotto forma di varicella, ma sotto forma di fuoco di Sant'Antonio. Di regola, la ricorrenza di herpes zoster non viene osservata in futuro. Nei pazienti con salute normale, la recidiva di herpes zoster è osservata nel due percento dei casi.

Il dieci per cento delle persone ricade nell'herpes zoster in presenza delle seguenti patologie:

  • Infezione da HIV;
  • AIDS;
  • malattie oncologiche;
  • diabete mellito;
  • leucemia linfatica.

A questo proposito, per ridurre il rischio di recidiva della malattia, nonché per prevenire lo sviluppo di herpes zoster, dal 2006 è stato rilasciato il vaccino contro il virus Varicella-zoster. Questo vaccino ha mostrato buoni risultati, riducendo il rischio di sviluppare la malattia del 51%.

I sintomi dell'herpes zoster negli adulti

Come si sviluppano i sintomi della malattia dipende dallo stato del sistema immunitario di un adulto. Più debole è la protezione, più luminoso è l'effetto del virus. Le forme gravi sono caratterizzate dalla comparsa di aree necrotiche con cicatrici profonde che danneggiano l'aspetto.

Il più delle volte colpisce la pelle del tronco, un po 'meno - gli arti. L'eruzione è accompagnata dal dolore, che spesso è l'herpes zoster. Sono localizzati da un lato.

Periodo iniziale

Prodromico, caratterizzato da malessere generale, dolori nevralgici di varia intensità, dura in media 2-4 giorni:

  1. mal di testa
  2. Temperatura corporea subfebrile, meno frequentemente febbre fino a 39C
  3. Brividi, debolezza
  4. Disturbi dispeptici, violazione del tratto gastrointestinale
  5. Dolore, prurito, bruciore, formicolio nella regione dei nervi periferici nella zona dove ci sarà eruzione cutanea.
  6. Molto spesso, durante un processo acuto, i linfonodi regionali diventano dolorosi e si ingrandiscono.
  7. Con un decorso grave della malattia, sono possibili la ritenzione urinaria e altri disturbi di alcuni sistemi e organi.

Dopo che la temperatura diminuisce, anche altri disordini generali di intossicazione diminuiscono.

Periodo di eruzione

Il momento in cui ci sono eruzioni cutanee caratteristiche di herpes zoster. I sintomi e la natura dell'eruzione dipendono dalla gravità del processo infiammatorio. Inizialmente, le eruzioni appaiono come punti focali di macchie rosa di 2-5 mm, tra le quali rimangono aree di pelle sana.

  1. Nella forma tipica della malattia, il giorno seguente, si formano piccole vescicole strettamente raggruppate, bolle con contenuto sieroso trasparente, che appaiono torbide in 3-4 giorni.
  2. Nel caso di cancrena, grave herpes, il contenuto delle vescicole può essere mescolato con sangue, nero. Le eruzioni erpetiche hanno un andamento ondulato, come nel caso della varicella, cioè, nuove eruzioni con elementi vescicolari compaiono ad intervalli di diversi giorni. Le bolle strisciano da un posto all'altro, cingendo il corpo, da qui il nome di questa malattia.

Nelle forme lievi del processo infiammatorio, la trasformazione dei noduli cutanei in pustole non si forma e la loro ulcerazione non si manifesta, e solo una natura neurologica dell'herpes è possibile - dolore senza eruzione cutanea, altrimenti è anche chiamata nevralgia da herpes e viene spesso scambiata per manifestazioni di nevralgia intercostale, osteocondrosi o heartaches. E quindi può essere prescritto un trattamento inadeguato.

Periodo di formazione di croste

Di solito in 14-20 giorni sul sito di eruzioni formazioni di croste. L'intero sfondo eritematoso, cioè i luoghi in cui si trovavano le vescicole, gradualmente diventa pallido, si asciuga e le croste giallastre-gialle scompaiono, lasciando una leggera pigmentazione o depigmentazione.

Il dolore è un terribile sintomo di fuoco di Sant'Antonio

Quando un paziente è ammalato, si nota sempre dolore, la cui intensità varia da appena percepibile a doloroso, debilitante per il paziente, che si ferma per un breve periodo sotto l'effetto di droghe. Molto spesso, il dolore appare nell'area delle lesioni sulla pelle corrispondenti ai nervi interessati. L'intensità del dolore non corrisponde sempre alla gravità dell'eruzione cutanea.

Dopo il termine della riacutizzazione, il 10 - 20% dei pazienti sviluppa nevralgia post-erpetica, in cui il dolore persiste a lungo - da diversi mesi a diversi anni. Dolore associato ai virus dei gangli intervertebrali dei nervi cranio-spinali e delle radici posteriori del midollo spinale. Il decorso della malattia è registrato con la sconfitta del midollo spinale e del cervello, così come le sue membrane. Con la sconfitta dei gangli vegetativi viene disturbata la funzione degli organi interni.

Sintomi atipici

I sintomi di herpes zoster in forme atipiche di flusso sono espressi nelle seguenti forme: